top of page
Cerca
  • Immagine del redattoreeugenio chionaky

Rune come Rimedi Vibrazionali





Frequenza è il numero che definisce quante volte al secondo oscilla un’onda elettromagnetica, si misura infatti in cicli al secondo, detti più comunemente Hertz (Hz) in onore del noto fisico tedesco Heinrich Hertz che appunto scoprì le onde elettromagnetiche.


Grazie agli studi di K.Pribram, D.Bohm ed altri fisici e neuroscienziati, sappiamo oggi che un oggetto fisico, un suono e in generale la materia, sono interpretazioni che il cervello compie nei confronti della porzione di frequenze che i nostri sensi possono percepire.


Cioè il nostro universo è composto da un oceano infinito di onde elettromagnetiche che vibrano, o meglio oscillano. Il cervello degli esseri viventi e ovviamente dell’essere umano, tramite gli organi di senso, le differenzia e le categorizza.


A seconda del tipo di onda percepito, il cervello definisce acustiche quelle nello spettro udibile (i suoni e appunto l’udito), ne sente il gusto, il profumo e la consistenza nello spettro del materico (gusto, olfatto e tatto) e ne vede i colori e le immagini nella banda della luce visibile (la vista).


Si può semplicisticamente dire che le frequenze siano informazioni. La materia è quindi composta da frequenze e quindi da tante informazioni.


Ma detto ciò, è possibile dunque aggiungere o modificare ulteriormente informazioni alla materia? posso ad esempio informatizzarmi il caffè che mi bevo al mattino con frequenze differenti? Si.


Grazie agli studi ad esempio di E.Chladni, H.Jenny, H.Frohlich, F.Maman, M.Emoto e dello “Scientific Research Center of Medical Biophysics” (SRCMB) a Sofia, si è dimostrato che l’acqua, meglio di qualsiasi altra materia, sia in grado di memorizzare informazioni.


L’acqua può trasportare energia e informazioni se la sua struttura molecolare è geometrica. La struttura di una molecola di acqua è quella di un cristallo di forma tetraedrica. L’energia di tale cristallo può essere misurata. Se si considera il microchip di un computer si capisce come mai un cristallo sia in grado di memorizzare informazioni. Infatti il microchip è costituito da un cristallo di quarzo che memorizza informazioni.


L'acqua memorizza le informazioni e ha una memoria propria. Non esistono mai due molecole di acqua uguali. Perciò non esistono due fiocchi di neve identici. Quando si scioglie un fiocco di neve e poi lo si ricongela nelle stesse condizioni, il fiocco si ricostituisce tale quale.


Un esempio: il latte pastorizzato contiene le stesse sostanze nutritive del latte crudo. Tuttavia, un vitello non sopravvive se viene alimentato esclusivamente con latte pastorizzato. Perché? La biofisica ha scoperto che il processo di pastorizzazione altera la struttura dell’acqua distruggendone la geometria. Con la geometria scompare anche l'energia vitale.


Quindi se le differenti frequenze influenzano la materia in questo modo, pensate a cosa succede alle nostre cellule, composte in massima parte da acqua, quando vengono a contatto con certe frequenze.


Il tonoscopio è uno strumento che permette alle vibrazioni sonore (anch’esse frequenze), sia naturali che generate elettronicamente, inclusa quindi la voce umana, di produrre immagini tramite l'uso di risonatori, membrane o lastre vibranti. Cioè traduce i suoni in immagini.


L’aspetto interessante di ricerche, nel campo semiologico (scienza dei segni linguistici), condotte col tonoscopio hanno rivelato che lingue arcaiche come il Sumerico, il Sanscrito, l’Egizio, il Greco copto, il Cinese e numerose altre lingue indeuropee abbiano una grafia che corrisponde all'immagine delle vocali pronunciate nel tonoscopio.


Ciò significa che, al contrario dei linguaggi moderni, gli idiomi sacri hanno mantenuto un rapporto diretto col suono originario, con la pura frequenza e con la sua forza informazionale.


Le Rune sono anch’esse un antico linguaggio, glifi sacri carichi di simbologia e quindi vettori di informazioni e frequenze vibrazionali. Dunque in grado di informatizzare l’acqua. 24 Rune, ovvero 24 diverse potenziali frequenze vibrazionali che possono caricare l’acqua con la loro differente energia, informazione e simbologia.


Agli inizi degli anni trenta del secolo scorso il medico inglese dott. E. Bach, ritenendo che la malattia non fosse altro che la manifestazione nel corpo di uno squilibrio a livello animico/emozionale, si dedicò alla ricerca di un metodo di cura che potesse risalire alla causa reale del problema riarmonizzando il conflitto interiore. Egli riteneva che i sintomi della malattia rappresentassero l’espressione esteriore, la manifestazione fisica di stati d’animo negativi. Il suo postulato era: Cura l’uomo, non la malattia”. Per lui la malattia era una conseguenza della disarmonia tra corpo e anima, non un mero difetto di funzionamento della macchina biologica uomo.


L’essenza floreale dei fiori di Bach (e di rimedi affini di floriterapia) informatizza l’acqua. E nella medesima maniera ho constatato, nel tempo e dopo numerosi test, ciò avviene anche con le Runessenze.


Ne ho create poche e solo per esigenze personali e/o al servizio di poche persone nel corso delle sedute nei miei consulti. Utilizzo l’acqua di una fonte veramente unica situata nei boschi selvaggi della provincia di Varese (dove vivo) e seguo delle tempistiche astrologiche particolari per la preparazione (un po’ come si utilizza, anche se in ambito differente, nella pratica della Spagyria).


Al momento ho creato 9 Runessenze spray:


Ø POWER – Runa Uruz = ricarica le “batterie energetiche” del nostro corpo. Utile in caso di stanchezza psico/fisica

Ø FAMILY – Runa Othila = aiuta ad allontanarsi dai meccanismi famigliari tossici. rompere gli schemi negativi degli avi e della famiglia non utili per l’evoluzione personale

Ø WOMAN – Runa Berkana = riequilibra il “femminile”

Ø MAN – Runa Teiwaz = riequilibra il “maschile”

Ø SOUL – Runa Algiz = utile per aiutare nella ricerca della propria missione e scopo di vita

Ø ABUNDANCE – Runa Fehu = aiuta a far maturare la percezione di abbondanza nella vita

Ø MEDITATION – Runa Isa = aiuta a calmare e rilassare, in particolare è propedeutico alla pratica della meditazione

Ø PETER PAN – Runa Wunjo = aiuta a liberare il nostro puer aeternus, il bambino interiore che ci rende, unici, creativi ed intuitivi nella vita

Ø DREAMS – Runa Hagalaz = agisce quando dormiamo, ci fornisce connessioni più ampie e permette un lavoro onirico molto particolare ed evolutivo

Comments


bottom of page